Le prime quindici vite di Harry August di Claire North

di Ippolita Luzzo

Ritorna nelle librerie a oltre due anni di distanza un classico della casa Editrice NNE.  “Nel 1983, quando la prima stazione spaziale internazionale precipitò a terra in fiamme, uccidendo tutto l’equipaggio, decine di migliaia di persone morirono alle Maldive

Canzone d’amore da un tempo difficile di Roland M. Schernikau

di Enzo Baranelli

La lingua è elettrica e guizzante, Schernikau non usa neppure le lettere maiuscole, ultima ribellione a un codice, a una regola. E sono le regole quelle che schiacciano “b.” il protagonista di “Canzone d’amore da un tempo difficile”.…

La Resistenza del Maschio di Elisabetta Bucciarelli

di Ippolita Luzzo

In tempi di molestie di maschi verso femmine, molestie avvenute nella notte dei tempi, il libro di Elisabetta Bucciarelli delinea un altro maschio. Comincia con alcune poesie C’è sempre qualcosa di assente che mi tormenta. (Camille Claudel) L’Anima si

Lincoln nel Bardo di George Saunders

di Danilo Cucuzzo

Il primo romanzo di George Saunders non poteva che caratterizzarsi per lo stile originale. L’apprezzato autore di Pastoralia, Il declino delle guerre civili americane e Dieci dicembre, costruisce il suo Lincoln nel Bardo utilizzando una serie di testimonianze…

Leggenda privata di Michele Mari

di Silvana Arrighi

“Quante cose devo farci stare in poche pagine? Solitudine, palpitazioni, nevrosi: ecco, intanto con questo trìlogo ho già raccontato il grosso; il resto sono i soldatini dipinti con gli smalti Humbrol-Enamel, le Mercury, i disegni con la Rapidograph Rotring Koh-I-Noor

Chi ha bisogno di te di Elisabetta Bucciarelli

di Ippolita Luzzo

Una specie di magia, un epic win. Per ogni amore che muore bisogna piantare dei semi di cicoria, di girasole, di viola, nel primo vaso libero nel primo angolo di terra.  Comincia con i versi di Anna Toscano…

Maledetti toscani di Curzio Malaparte

di Lorenzo Leone

Fresco della lettura di Maledetti toscani (Valecchi, Firenze, 1956, ora Adelphi, 2017), non posso sentir parlare di sigari toscani senza pensare a Malaparte e senza aggiungere all’«antico» della varietà prodotta col Kentucky, negli opifici di Lucca, un «maledetto». Perché così…