La fine del villano

di tamas

Sarà stato de giugno o de luglio, ché el gra’ daggià l’eva1 battuto e sui campi pelati c’era solo qualche fiezza de fie’2 che toccava a gi’ a arcoglie. Sarà stato de giugno e de quei tempi el…

L’attimo

di Chiara Biondini

“La bellezza di tutto questo mi uccide.”
“Quanto sei scontato. Questa è una tipica frase da poeta decadente, non ti si addice.”
“Ah no? E cosa mi si addice, allora?”
“Una frase del tipo: ”
Ci guardammo e scoppiammo a…

Sotto la superficie della normalità

di tamas

Il terapeuta che mi ha in cura, dottor Sandro Camogli, pensa che mi farebbe bene scrivere i miei pensieri. Io ho un sacco di pensieri, sapete? Comincio a pensare la mattina appena sveglio, continuo mentre scaldo il latte per la…

Sulla donna, sulla democrazia: l’opinione di un pensatore ottocentesco

di tamas

Il ben noto Fieberlicht fu invitato una volta a tenere una conferenza sul sesso femminile e in particolare sulla possibilità, adombrata da taluni, auspicata da altri, che anche alle donne sia concesso il diritto di voto. La grande sala, messa…

Tre voci (racconto in tre parti). Terza parte

di Chiara Biondini

Terza parte
(Qui la prima parte)
(Qui la seconda parte) JONAS Ti dicono che devi raccontare.
Che devi buttare fuori; com’è quella parolona?
Epurare.
Ti dicono: sfogati, Jonas.
Vogliono convincerti del fatto che parlare renda più leggeri.
Continuano a ripeterti:…

Tre voci (racconto in tre parti). Seconda parte

di Chiara Biondini

Seconda parte
(Qui la prima parte) JIMMY “Sì, Jimmy, me vado a casa.”
Mi domandai se dovessi fermarla. Per via di quella storia, sapete. In fondo, non erano affari miei, però un po’ sì. C’era un piccolo frammento dentro di…

Tre voci (racconto in tre parti). Prima parte

di Chiara Biondini

Prima Parte EDWARD “Ehi, tu, ma non ti vergogni?”
Il ragazzo si voltò a fissarla con occhi cattivi.
13 anni, forse 14, un’aria sprezzante.
“Dici a me, vecchia?”
“Sì, bimbo, dico a te. Ti sembra il modo, quello?”
Stava…