Sulla donna, sulla democrazia: l’opinione di un pensatore ottocentesco

di tamas