Harvard Square di André Aciman

di Enzo Baranelli

Brillante e con una tenuta stilistica ottima, André Aciman propone con il suo ultimo romanzo, “Harvard Square” (pp. 322, 18,50 €, Guanda), una rappresentazione dell’estate di un dottorando in letteratura inglese nella prestigiosa università di Cambridge nel Massachussets.…

Kafka e il digiunatore di Raoul Precht

di Nicolò La Rocca

Al netto della complessa ermeneutica che è nata sull’opera di Kafka, finanche delle semplificazioni che tendono ad associare il nome dello scrittore praghese a ogni manifestazione dell’assurdo, forse la lettura più attuale dei suoi testi è quella che rimanda all’indagine…

Dammi tutto quello che hai di James Lasdun

di Enzo Baranelli

A meno che tu non sia una celebrità, nessuno è interessato alla tua reputazione quanto lo sei tu”. Intrecciando una storia di diffamazione on-line alla propria biografia, dall’educazione in collegio fino a oggi, James Lasdun riesce a creare…

I giardini dei dissidenti di Jonathan Lethem

di Danilo Cucuzzo

Con il romanzo epico-famigliare I giardini dei dissidenti, Jonathan Lethem ripercorre settanta anni di storia della sinistra radicale americana – dagli anni trenta fino a Occupy Wall Street, passando per la seconda guerra mondiale con tutti i suoi orrori,…

Stati di grazia di Davide Orecchio

di Enzo Baranelli

Un romanzo miracoloso. Lotta, amori, partenze nell’ultima opera di Davide Orecchio.
La lingua vibra per le assonanze e le ripetizioni, “Stati di grazia” di Davide Orecchio si avvicina a una scrittura musicale. L’apertura è ampia e movimentata dalle…

Ovunque, proteggici di Elisa Ruotolo

di Chiara Condò

Proprio prima di preparare la valigia per l’ennesima, sofferta partenza, ho saputo che sarebbe stato uno zio a potarmi in stazione. La macchina su cui sarebbe poi venuto a prendermi porta il privilegio dei segni del tempo, come i membri…

La ricchezza di Marco Montemarano

di Danilo Cucuzzo

Ci sono avvenimenti – anche casuali, soprattutto casuali – in grado di stravolgere un’esistenza. In una sera come tante del 1980, Giovanni si stava recando insieme all’amico Max a casa dei Pedrotti per guardare una partita di Coppa dei Campioni…