Vertigine di Julien Green

di Ippolita Luzzo

A differenza dei romanzieri cui siamo abituati, Julien Green non descrive i suoi personaggi: li materializza“.
Walter Benjamin A cura di Giuseppe Girimonti Greco e di Ezio Sinigaglia questo raffinato lavoro di traduzione vede fra gli altri Lorenza…

Potrebbe trattarsi di ali di Emilia Bersabea Cirillo

di Silvana Arrighi

“Il calore della lampada si fa sempre più cocente, non dà più fastidio, ormai. La pelle di Colomba, anzi, ha bisogno di quel calore. Ne vorrebbe di più. Forse così i bozzolini diventerebbero di fuoco e qualunque cosa ci sia

Jenny la Secca di Claudia Lamma

di Enzo Baranelli

Più piani temporali interconnessi rappresentano l’ingranaggio principale del romanzo di Claudia Lamma “Jenny la Secca”: sospeso tra passato e presente. Il passato spiega le ragioni, mentre il presente ne mette in atto le conseguenze: “Gli sviluppi delle

Il nome del padre di Flavio Villani

di Silvana Arrighi

“ «Sì, sono io, il viceispettore Cavallo. Dov’è?» feci io. Sentivo che stavo diventando impaziente, volevo vedere con i miei occhi le variabili della mia prima inchiesta. Di cadaveri ne avevo già visti, ma sempre come fossi in seconda

Robledo di Daniele Zito

di Danilo Cucuzzo

Chi era Michele Robledo? Di certo un personaggio controverso. Era un giornalista dalla vita incasinata che cercava di barcamenarsi vendendo qualche articolo qua e là, prima di imbattersi in un’improvvisa popolarità grazie a Ghost Class Heroes, reportage su…

Consigli pratici per uccidere mia suocera di Giulio Perrone

di Silvana Arrighi

“Oggi chi fa il lavoro di scout alla ricerca di talenti deve riuscire a barcamenarsi tra commerciale e letterario con estrema bravura e una certa dose di fortuna, perché il mercato langue, le case editrici hanno l’acqua alla gola, e

Miraggio 1938 di Kjell Westö

di Silvana Arrighi

“Sulla città aleggiava un’atmosfera irreale. La vita un sogno, un miraggio dai contorni indefiniti. Ecco di nuovo quella parola. Chissà perché continuava a ripresentarsi. Poi le venne in mente Konni. Le aveva scritto in frebbraio da Ã…bo, dove viveva […].