Dolore di V.S. Naipaul

di Lorenzo Leone

Il primo numero della collana ‘Microgrammi’ di Adelphi, collana di testi digitali ‘conseguenza’ delle attuali circostanze disgraziate, è un piccolo testo di V.S. Naipaul. Secondo la concisissima e ‘icastica’ nota editoriale lo scritto, che è apparso sul «New Yorker» il…

Tu sei l’erba e la terra di Antonia Pozzi

di Rita Bompadre

Tu sei l’erba e la terra” di Antonia Pozzi (Garzanti Editore 2020) è una dichiarazione indistinta di solitudine sfumata nel disincanto dell’anima, appassionata e struggente, in un’unica e sconfinata poesia d’amore che la poetessa ha rivelato per tutta…

L’imitazion del vero di Ezio Sinigaglia

di Lorenzo Leone

Dirà così, abbastanza provocatoriamente il recensore di questo libro, che per comprendere L’imitazion del vero di Ezio Sinigaglia occorre aver letto il Sofista di Platone. Dirà così, e subito revocherà il ‘detto’ – lo ha fatto – per non scoraggiare…

Nulla di ordinario su Wislawa Szymborska di Michal Rusinek

di Rita Bompadre

Il libro di Michal Rusinek “Nulla di ordinario su Wislawa Szymborska” (Adelphi Edizioni) è una memorabile e privilegiata visita alla spontanea ed affabile dimora della poesia, luogo devoto dell’ispirazione e placida permanenza dello stupore e dell’immensità, nell’inattesa…

La testata di Zidane di Fabrizio Ottaviani

di Lorenzo Leone

La collana di saggi Centotrentacinque (Mattioli 1885, in tiratura limitata) diretta da Filippo Tuena ci offre ancora un ‘risultato’ inaspettato e felicissimo con questo volumetto (pagine 85) di Fabrizio Ottaviani. Tecnicamente brillante, ingegnoso, La testata di Zidane, questo il…

Lo scrivano di Nietzsche di Fabrizio Coscia

di Lorenzo Leone

Così Franziska Oehler, madre di Nietzsche, a Overbeck il 28 di marzo del 1895: «Chissà che voi due, i migliori amici di mio figlio, non dobbiate intervenire anche in favore di sua madre, che ha curato completamente da sola la…

Le affaccciate di Caterina Perali

di Silvana Arrighi

A volte i libri ti vengono incontro, portando con sé interessanti coincidenze. Quando ho iniziato la lettura di questo romanzo avevo appena terminato di leggere Gli anni di Annie Ernaux, non mi è quindi stato difficile riconoscere al primo sguardo…