Sette storie gotiche di Karen Blixen

di Lorenzo Leone

Con quanta légèreté de touche la baro­nessa Blixen veste la scimmia dei panni di una badessa: panni di mandarino cinese, prima di tutto, e panni di dame haute et puissante. Boris, il giovane nipote venti­duenne, al contatto di torpedine…

Un posto piccolo di Jamaica Kincaid

di Lorenzo Leone

Il piccolo posto di cui scrive Jamaica Kincaid, scrittrice afro-caraibica nata e cresciuta a Saint John’s ed emigrata negli Stati Uniti attorno alla metà degli anni Sessanta, è Antigua: l’Antigua dell’infanzia e dell’adolescenza travagliate e l’Antigua visitata de passage vent’anni…

Alessandro o il falso profeta di Luciano di Samosata

di Lorenzo Leone

Non verrebbe fatto di collocare Alessandro di Abonutico tra i ‘sognatori’. Oppure no? Si consideri intanto che persino il suo unico e definitivo biografo, Luciano di Samosata, gli riconosce, a dispetto delle soperchierie, dei maneggi fraudolenti, degli inganni – con…

L’eternità attraverso gli astri di Blanqui

di Lorenzo Leone

«… Blanqui che, alle soglie della morte, riconosce nel Fort du Taureau il suo ultimo carcere e scrive questo libro per aprirsi nuovi varchi fra le sbarre».[1] Il libro è L’éternité par les astres (L’eternità attraverso gli astri),[2]…

Diario di un dolore di C.S. Lewis

di Lorenzo Leone

Ecco questo Diario di un dolore (titolo originale, più ficcante, A Grief Observed) di C.S. Lewis. Lewis lo fece uscire, sotto pseudonimo, nel 1961, l’anno successivo alla morte della moglie per cancro; e all’esperienza del lutto è interamente consacrato.…

Foglie e pietre di Ernst Jünger

di Lorenzo Leone

Introducendo un piccolo scritto facente parte della raccolta intitolata Foglie e pietre, Jünger scrive: «Soggiorno in Dalmazia [questo il titolo] rappresenta in sostanza un esercizio dello sguardo».[1] Sullo sguardo ci torno subito. Intanto Soggiorno in Dalmazia è un…

Sputerò sulle vostre tombe di Boris Vian

di Lorenzo Leone

Quando, nel 1950, Boris Vian e il suo editore finiscono sotto processo per oltraggio al buon costume, sia il sostituto procuratore sia Georges Izard (il difensore di Vian) faranno il nome di Charles Baudelaire.[1] Condannato o riabilitato, il poeta di…