Ludovica Anselmo

di Cabaret Bisanzio

Marchigiana. Nata nel 1975. Da piccola vedeva la Madonna e parlava un po’ con tutti i Santi. Poi più nulla di rilevante.

I suoi genitori spesero molti danari e tutte le loro energie per assicurarle un futuro economicamente sereno. Quando finalmente divenne un avvocato da un milione di dollari, fece le valigie e partì per l’estero. Ma un estero disagiato ed economicamente al collasso, non aspettatevi qualcosa tipo l’America.

Proprio come le storie da talkshow, di quei profughi esteuropei che un tempo erano medici, insigni baroni dell’accademia, illustrissimi uomini del foro e che, una volta espatriati in terre con differenti alfabeti, insediano i più bassi gradini della scala sociale, così pure lei ha perso tutti i privilegi del suo lessico disinvolto, delle sue sudate radici nella medioborghesia. Nessun gioco di parole, nessun citazionismo le sono permessi. Tenta prima di sfogarsi comprando un infernale attrezzo ginnico, poi rinuncia ed apre il blog Gallivant.

email: pattymeet[at]gmail.com
post su Cabaret Bisanzio