Cabaret Bisanzio, laboratorio di finzioni > Letture > Storia di una maestra di Josefina Aldecoa

Storia di una maestra di Josefina Aldecoa

di Danilo Cucuzzo

Storia di una maestra di Josefina AldecoaUscito nel 1990, ma tradotto solo ora in italiano, Storia di una maestra è una biofiction nella quale Josefina Aldecoa racconta, dal punto di vista della madre per mezzo della prima persona, le vicissitudini capitatele durante poco più di un ventennio. Diplomatasi a Oviedo nel 1923 (proprio nello stesso giorno nel quale un’ancora sconosciuto Francisco Franco si sposava), Gabriela, che dal padre aveva ereditato la convinzione che l’educazione fosse la base sulla quale fondare ogni tentativo di emancipazione del Paese, non stava più nella pelle al solo pensiero di essere diventata una maestra e di poter, dunque, contribuire direttamente a migliorare le condizioni dei suoi connazionali. Il suo incrollabile entusiasmo, la portò a donare tutta se stessa all’insegnamento, tanto in patria (esclusivamente in piccoli villaggi sperduti sulle montagne), quanto in Guinea Equatoriale, dove ebbe modo di confrontare l’entusiasmo degli indigeni con l’ipocrisia dei colonizzatori. Tornata a casa, sposò Ezequiel – un giovane maestro che, come lei, percepiva l’insegnamento come l’unico vero strumento rivoluzionario in grado di sconfiggere l’ignoranza e la povertà.  Dopo aver avuto una figlia, Juana, ed essersi trasferiti in una cittadina di minatori, i giovani coniugi videro frantumarsi la Seconda Repubblica insieme a tutte le prospettive riformiste da essa incarnate. Dividendosi fra scuola e Juana, Gabriela non seguì il marito nel suo crescente impegno politico. Rimase un po’ in disparte, in un certo senso si limitò a osservare, sia pure da un posto in prima fila, le vicende che si susseguirono nel breve volgere di pochi anni e che precipitarono la Spagna nell’orrore della Guerra Civile.

Il racconto termina proprio nello stesso giorno nel quale Franco fece il suo Golpe, lasciandoci in bocca il sapore amaro del poteva essere ma non è stato; ma, anche, la certezza che le idee coltivate da Gabriela rispetto all’importanza dell’istruzione, sono tuttora valide. È dalla scuola che, ancora oggi – oggi più che mai – si dovrebbe ripartire per raddrizzare la rotta di una società sempre più alla deriva nelle acque intorbidite dal cieco arrivismo, padre di malaffare ed egoismo, e figlio della sempre incinta ignoranza.

Storia di una maestra è un romanzo piacevole da leggere e utile per non dimenticare, oltre che un toccasana per tutti quegli insegnati che hanno perduto la fede.

“Storia di una maestra”, Josefina Aldecoa, trad. Sara Cavarero, Sellerio Editore, pp. 264, € 14.00, 2014
Giudizio: 4/5


13.01.2015 Commenta Feed Stampa