Cabaret Bisanzio, laboratorio di finzioni > Letture > Le cene eleganti di Piero Colaprico

Le cene eleganti di Piero Colaprico

di Federico Baccomo

cene eleganti

Caso Ruby.
Siamo alla prima udienza del processo che vede imputati Fede, Minetti e Mora per favoreggiamento e induzione alla prostituzione, ed ecco che il collegio giudicante definisce le giovane ragazze coinvolte nel c.d. Bunga Bunga “vittime“, “parti offese“, premurandosi di chiarire che in questa indicazione non c nulla di definito, si parla in senso potenziale, alla luce di alcuni orientamenti giurisprudenziali. Una faccenda, insomma, meramente terminologica. Ma la risonanza mediatica naturalmente immediata. Cos, apro un quotidiano on-line in prima fila nella (meritoria) crociata anti-berlusconiana, il Fatto Quotidiano, e, in un tripudio di sarcasmo e indignazione e battutine da campeggio, leggo i primi dieci commenti dei lettori alla notizia:

Lunica parte offesa sia la societ civile italiana, quella che fatica a portare a casa lo stipendio a fine mese.
Una pagliacciata.
vero, le escort erano vittime inconsapevoli della prostituzione: incassavano i soldi a loro insaputa.
Lunica onorabilit che quelle dovrebbero difendere la loro tariffa minima, vendersi per un paio di collane francamente svilente.
Tutte affette da gravi disturbi di stomaco.
Cari giudici, ma che cce state a ppi per c..o?
Che queste fossero verginelle che credevano di andare alloratorio delle suore, mi sembra strano.
Adesso siamo al colmo, Ma questi giudici non hanno nulla da fare?, che schifo la giustizia, forse B aveva ragione nel volerla riformare.
Ragazze parti lese?
Non ho capito perch vengono chiamate offese: da chi? per cosa? Anzi, dovrebbero sentirsi grati-ficate!

Ora, tralasciando alcuni aspetti tecnico-processuali pure importanti (su tutti: se le ragazze non sono parti offese, non sono vittime, quegli stessi che si scagliano contro Fede, Minetti e Mora che cosa gli rimproverano? Di che colpe si sarebbero macchiati?), ci che lascia perplessi questo superficiale, cinico, violento atteggiamento per cui: ragazza che si vende uguale puttana. Mignotta. Troia. Una considerazione umana che mi pare, oltre che piuttosto semplicistica, degna del famoso utilizzatore finale.

Il libro di Piero Colaprico lappassionata e precisa ricostruzione di quanto ha portato a togliere il coperchio a queste serate che lex-premier ha sempre definito allinsegna delleleganza, ma soprattutto un libro di grande umanit che, ragionando non tanto intorno al drago, quanto alle figure di vergini che gli si offrono, in grado di illuminare quella patina di istintiva bestialit che ci porta a storcere il naso disgustati quando una ragazza che, prostituendosi, guadagna migliaia di euro in una sola notte, gira su auto di grossa cilindrata, veste i migliori abiti, viene poi definita vittima.

Piero Colaprico, Le cene eleganti, pp. 249, 15,00 euro, Feltrinelli, 2011.

Giudizio: 4/5.


21.12.2011 Commenta Feed Stampa