Cabaret Bisanzio, laboratorio di finzioni > Giudizi Universali > In un villaggio inglese di Shelley Smith

In un villaggio inglese di Shelley Smith

di Enzo Baranelli

L’autrice, parole sue, si è allontanata dal mystery tradizionale, per buttarsi su un tipo di storia che tenesse più conto degli aspetti psicologici. Il problema sono le abilità. Quello che scrive Nancy Hermione Courlander alias Shelley Smith è una serie di bozzetti che ricordano Elizabeth Gaskell. Manca il ritmo, mancano dialoghi efficaci, e ci si abbandona a descrizioni che potrebbero passare per intermezzi lirici se ci fosse qualcos’altro.
Non c’è. Giudizio: 1/5


30.12.2010 Feed Stampa