Cabaret Bisanzio, laboratorio di finzioni > Zibaldone > Oggi è oggi, domani è domani

Oggi è oggi, domani è domani

di Bruno Ballardini

giano.jpegFinalmente individuato il motivo della crisi italiana: gli italiani non si smentiscono mai. Impariamo a smentirci! Salviamo il Paese dalla crisi! Ecco un utile strumento didattico per non farci cogliere impreparati domani da ciò che diremo oggi. Basta seguire il facile schema!

Ieri ho affermato quello che ho affermato, ma sono stato frainteso (A). Perché non ho mai inteso dire quello che ho detto (B). Anzi, non l’ho proprio detto (C). Sono i giornalisti che non hanno inteso (D). E potete stare certi che domani i giornalisti diranno che oggi io ho affermato questo (E). Ma posso smentirlo fin da adesso (C). Perché lo diranno domani e si riferiranno a quello che ho detto oggi e quindi siamo già sfasati rispetto a quello che dico (E). Perché, poi, quello che dicono loro non l’ho nemmeno detto (C). Lo dicono loro (F). Non sto dicendo che non l’ho detto, intendiamoci bene (A). Ma nemmeno che l’ho detto (C). Infatti l’hanno detto loro! (F) Di fatto, cosa sto dicendo? Che un conto è dire di aver detto qualcosa. E un conto è dirlo. Ancora diverso è ciò che fanno i giornalisti quando dicono quello che io dico di non aver detto. Capito? Mi mettono in bocca quello che non avrei detto. Perché se l’avessi detto, signori miei, l’avrei detto. Ma qui lo dico e qui lo nego: io non l’ho detto! (C) Sarò poi padrone di dire quello che voglio dire e non dire quello che non voglio dire, giusto? Quindi lasciatemi dire che quando dico qualcosa va preso per quello che dico in quel momento, non in un altro momento che è già diverso. Oggi è oggi, domani è domani.


1.01.2009 Commenta Feed Stampa