Cabaret Bisanzio, laboratorio di finzioni > Zibaldone > Una fava, due piccioni.

Una fava, due piccioni.

di Luca Pettinelli

CordataNonostante non ami il sindacato (al di l della vulgata pavloviana popolar-berlusconiana, ormai una struttura che difende soprattutto s stessa e i propri pensionati e pensionandi e che gli altri, inclusi noialtri precari della pubblica amministrazione, si fottano) assistendo alla vicenda Alitalia ho cominciato a nutrire un sospetto: che i lavoratori siano stati messi deliberatamente di fronte a una proposta irricevibile con lo scopo preciso di poterli poi additare al paese come responsabili del fallimento. Non bisogna essere dei geni per capire quali vantaggi porterebbe ai “padroni” un sindacato ancor pi delegittimato e una forza-lavoro atomizzata n un segreto che questa destra cialtrona e arraffona sbavi per tornare a una gestione dickensiana dei rapporti di lavoro dipendente.
Gi che ci siamo, ne ho anche un altro di sospetto: che la famosa “cordata” con questa fava voglia prendere anche un altro piccione. Colaninno & C. (il prossimo che dice “Ma Colaninno non un amico di Berlusconi” a riprova della trasparenza della faccenda lo attacco al muro), gi virtualmente beneficiari di quella truffa legalizzata che stata lo scorporo della “parte sana” della compagnia da quella “malata”, dal fallimento delle trattative e quello conseguente della compagnia trarrebbero anche il vantaggio di risparmiare ulteriormente, cio anzich un parco mezzi e uomini a prezzo (per cos dire) di mercato si vedrebbero offrire su un piatto d’argento lo stesso materiale umano e tecnologico a prezzi da asta fallimentare.
Ma magari sono io che penso male, eh.


22.09.2008 3 Commenti Feed Stampa