Cabaret Bisanzio, laboratorio di finzioni > Finzioni > Almeno tirate lo sciacquone

Almeno tirate lo sciacquone

di Filippo Bologna

wcCogne, Garlasco, Perugia, Gravina. Posti lontani tra loro. Samuele, Chiara, Meredith, Ciccio e Tore. Nomi come estratti da un urna.
A ridisegnare la geografia italiana accrociando le distanze, a convocare questi estranei in un macabra anticamera la cronaca nera.
Spengo la tv, non compro il giornale, cerco di difendermi come posso dall’assalto dell’orrore banalizzato dai media, una rappresentazione di sciacallaggio emotivo travestito da lutto pubblico che si protrae finch il cadavere-notizia caldo. L’impressione che da quando i tv-movies di Hollywood ci hanno convinto che i casi si risolvono sotto la luce dei microscopi, nelle infinite sequenze ribonucleiche Adenina-Timina-Guanina-Citosina, nelle provette sepolte nei frigoriferi dei laboratori, i casi non si risolvono pi.
Non c’ un elemento uno delle rilevazioni che non possa essere confutato, una prova che sia probante, un testimonianza che inchiodi qualcuno (eccetto il caso limite di Erba in cui un morto tornato dall’aldil per fare giustizia).
Solo indizi, ambigui, contraddittori, frammenti di intercettazioni, ricostruzioni che fanno acqua, teoremi accusatori che scricchiolano. Elementi che portano a processi indiziari che nel diritto penale di altri paesi non avrebbero nemmeno luogo.
Questi sacerdoti dei Ris, di bianco vestiti, questi santoni del luminol, feticisti delle tracce organiche, ultimamente non hanno risolto un caso. Un padre (padrone, d’accordo, ma non basta) in galera da mesi e i suoi figli molto probabilmente sono morti di fame e freddo cadendo per disgrazia dentro un pozzo, un neonato morto massacrato con un arma mai ritrovata e la madre accusata d’infanticidio ha parlato pi con Maurizio Costanzo che con gli inquirenti, una studentessa universitaria stata finita a colpi di non si sa che cosa e il suo assassino, chiunque egli sia, fuori per strada, una studentessa erasmus inglese stata scannata, tre persone sono in carcere e non si riesce a capire come andata quella maledetta sera (l’elemento pi forte che hanno in mano gli inquirenti una strisciata di merda nel water). I magistrati si preoccupano pi di informare i giornalisti che di condurre indagini meticolose: perch gli inquirenti si erano spinti fino in Romania seguendo una dubbia pista e non avevano controllato a dieci metri dal luogo in cui erano stati visti per l’ultima volta i ragazzi di Gravina? Perch la scena del crimine di Garlasco non stata subito congelata ma stata inquinata dal passaggio di pi persone?
Per favore, toglietevi i camici per un istante e mettetevi a pensare intorno a un tavolo. La verit che i gialli si risolvono solo nei gialli, anzi, nei cattivi gialli. Nella vita la maggioranza dei delitti resta impunita.
Di tutte queste brutte storie, rimangono tanti scomodi perch e una tragicomica morale: se ammazzate qualcuno e poi andate in bagno, almeno tirate lo sciacquone.


12.03.2008 4 Commenti Feed Stampa