Cabaret Bisanzio, laboratorio di finzioni > Letture > Alla ricerca di Franco

Alla ricerca di Franco

di

strategiaUn giovane va a trovare lo zio in una casa di riposo portando con sé una borsa della compagnia aerea brasiliana Varig. Nei viali incontra per caso Tomaso Utimpergher, un vecchio professore su una carrozzella a motore. Il primo incontro è un incontro di sguardi. Solo la seconda volta, parleranno. Utimpergher, sempre vestito di bianco, è ossessionato da una storia legata al Brasile. Fra i due nasce uno strano rapporto. Il giovane, fra curiosità e ammirazione per il professore, decide di aiutarlo: cercherà a San Paolo un uomo di cui Utimpergher conosce solo il nome, Franco, e che è all’origine della sua ossessione.

Comincia così una avvincente storia, a metà fra il giallo e il romanzo d’avventura, impossibile da mollare. Una storia che non delude fino all’ultima riga. Una storia che, alla bellezza della scrittura di Alberto Ongaro, associa una profonda dimensione etica. Un romanzo così etico che Berlusconi non lo capirebbe, e che, una volta che qualcuno glielo avesse spiegato, commenterebbe: “boh, a me m’è sembrato solo un pirla”.

“La strategia del caso” di Alberto Ongaro è un breve romanzo di cui si è parlato poco e nulla, difficile da trovare in libreria, pubblicato da un editore piccolo (Aragno). Un romanzo che su IBS non ha nemmeno la copertina. Misteri dell’editoria: Ongaro è un grandissimo scrittore e questo è un romanzo splendido. Leggetelo.


31.01.2008 Commenta Feed Stampa