Cabaret Bisanzio, laboratorio di finzioni > Bysanzino > Duro monito del Dalai Lama: “a Milano c’è umido”

Duro monito del Dalai Lama: “a Milano c’è umido”

di Sauro Sandroni

Ultimora (esteri) – Partita l’escalation di dichiarazioni nelle quali i leader delle maggiori religioni, spesso pure capi di stato stranieri, dicono male delle città italiane. Dopo le severe parole su Roma di Benedetto XVI, si attendono ora le prese di posizione del patriarca di Costantinopoli (“Venezia è cara”), della regina Elisabetta ( Firenze è bella, ma c’è’ un monte di zanzare”) e Rael (“dice a Napoli non funzioni tanto bene la raccolta differenziata”).


11.01.2008 Feed Stampa

3 Commenti

Commenta
  • Commento di andrea, 11.01.2008 #

    Ultimissima: durante una seduta spiritica si sono manifestate le presenze di alcuni dei precedenti pontefici, che hanno voluto anche loro dire la propria: Clemente V ha dichiarato che Avignone è molto ma molto meglio, vorrete mica mette la Provenza col Raccordo Anulare, Clemente VII invece ha ribadito che sarebbe anche una bella città se non ci fossero tanti crucchi. La presenza di Giovanni Paolo I è invece stata smentita da uno spettro recante sul volto uno strano oggetto, secondo i presenti somigliante ad un cappuccio nero.
    Si attendono inoltre gli interventi del portavoce dell’Opus Dei, degli antipapi e di Bruno Vespa, che ne trarrà il suo prossimo libro, in vendita a partire da novembre in tutte le migliori librerie.

  • Commento di Nicolò La Rocca, 12.01.2008 #

    Ihihih! Attento che se arriva all’Ansa qualche telegiornalista ci fa l’articolo, ihihih.

  • Commento di Edo Grandinetti, 12.01.2008 #

    Sauro, il titolo di sto post bastava di per sé. Fantastico.