Cabaret Bisanzio, laboratorio di finzioni > Letture > Molteplici sono le ragioni del cuore

Molteplici sono le ragioni del cuore

di Edo Grandinetti

Ettore MascarponeFrancesca è un’artista giovane, bella e sensibile. Dipinge, in un’umile mansarda milanese, grandi nudi maschili dalle fosche tinte barocche. Ha una relazione con il suo gallerista, che continua a prometterle successo. I suoi quadri, però, rimangono invenduti, e per mantenersi è costretta a fare la cameriera in un bar in via Montenapoleone.
Luca, invece, è un avvocato di successo, annoiato dalla vita milanese, tutta smog e lavoro. Un giorno, passeggiando in via Montenapoleone, trova un annuncio. Una pittrice cerca modello maschile. Incuriosito e alla ricerca di nuovi stimoli, le telefona.
Quando Luca vede Francesca è amore a prima vista. Decide di invitarla a dipingere nella sua casa in campagna, lontani dal frastuono cittadino.
Un amore bruciante e metafisico li trascina in una passione travolgente, finché Francesca non scopre di avere un tumore al seno. Francesca decide allora di sparire. Parte di notte, lasciando una lettera per Luca.
Luca si ammala d’amore. Sa che per vivere ha bisogno di lei. Parte per una ricerca disperata, che lo porterà a scoprire che la sua Francesca è diventata un’alcolista e per vivere vende il suo corpo.

“Lei è stesa sul letto dai broccati floreali in oro. La luce soffusa s’infrange sulla pelle liscia che riflette il prisma cromatico, irradiandolo in tutta la stanza. Luca guarda il suo morbido sorriso dormiente, le curve dolci che sembrano seguire le increspature del letto, i minuscoli piedi raccolti come una conchiglia del mare. Respira l’odore di quella donna speciale, afferrandone l’estasi mistica propria dell’amore. Luca sa che Francesca è così diversa da lui, ma sa anche che le ragioni del cuore sono molteplici, e quell’odore è lì per indicargli la giusta via”. Molteplici sono le ragioni del cuore, Ettore Mascarponi, Stamperia Edizioni, p. 457.

Dall’autore de “Il sospiro sul mio corpo nudo” – premio Nduja d’oro al festival Romanzi d’Italia di Spilinga (VV); premio Radicchio d’argento al festival della letteratura di Montebelluna (TV) – e “Le lacrime dei tuoi occhi” – premio Giuria di Qualità al festival della letteratura di Crevalcore (BO) – il romanzo più atteso della provincia di Piacenza.


1.05.2007 4 Commenti Feed Stampa