Cabaret Bisanzio, laboratorio di finzioni > Letture > Prime Perplessità del Dolce Sonno

Prime Perplessità del Dolce Sonno

di Edo Grandinetti

Misia DonatiBof, bof, bof.
Da dormiglione ho letto Primi Riti del Dolce Sonno di Misia Donati, pubblicato dalla giovane casa editrice Zandegù. Ho diverse perplessità. Proverò ora a elencarle.

1. Il nome della collana “i fichissimi” è quantomeno… imbarazzante? Sì, imbarazzante è il termine adatto.
2. La copertina (nota importante: giudicare SEMPRE i libri dalla copertina). Nonostante la grafica Zandegù sia mediamente accattivante, anche se forse eccessiva per dei libri, questa sembra realizzata col paint.
3. Lo pseudonimo Misia Donati. Quando ho scoperto che era maschio m’è preso un collasso, ché già la vita concede pochissime certezze, ci mancava un altro nome maschile con la “a” finale. Per quanto mi riguarda, Andrea basta e avanza.
4. La trama (tre giovani narcolettici si isolano per dieci giorni in una villa abbandonata) è spezzettata. L’ansia di creare un immaginario surreale e cupo, a ritmo di CD inceppato, rende tutto abbozzato, dalla resa dei tre protagonisti alla…
5. …prosa, fatta di sprazzi di discreto lirismo, ma anche troppo sincopata (singhiozzante?). Su IBS, lodi sperticate paragonano Primi riti del dolce sonno alla Trilogia della città di K. Paragone fuori giri, anche se qua e là si sente la presenza del fantasma di Agota Kristof.
6. La narcolessia. Mi è piaciuta l’idea di fare del sonno un superpotere (per un attimo mi sono sentito un Supereroe anch’io). Donati però non affronta adeguatamente la patologia, affidandosi quasi esclusivamente a schede scientifiche, prese da neuropsicologia.it. Gli effetti sono poco chiari.
Inoltre, se è vero che i ragazzi vedono nella malattia un potere paranormale, beh, trovo ingiustificabile e poco plausibile…
7. …il finale.
8. E non mi è piaciuta la colonna sonora: odio i Placebo.
9. Inoltre l’autore viene dalla Scuola Holden. Brrr…
10. Ci vuole sempre un punto 10.

Primi Riti del Dolce Sonno, Misia Donati, Zandegù Editore


26.04.2007 5 Commenti Feed Stampa